News

Il mese di agosto segna un +8.3% nei volumi (dato in TEUs) movimentati a TMT rispetto ad agosto 2020: continua il trend positivo dei cntr pieni e la ripresa dei volumi dei cntr vuoti ed in trasbordo.

A partire dal 10 settembre, un nuovo servizio ferroviario collega direttamente Trieste Marine Terminal con Ludwigshafen, in Germania. 

Il 6 settembre è stato inaugurato a Budapest il nuovo ufficio di rappresentanza dell’Autorità Portuale di Trieste e di Alpe Adria, che va ad affiancarsi agli uffici già esistenti di T.O. Delta nella capitale magiara e che riafferma il forte legame esistente fra l’Ungheria ed il Porto di Trieste.

Da metà settembre TMT partirà con un servizio ferroviario che collegherà direttamente il terminal container del Molo VII di Trieste al Terminal Tricon di Norimberga.

La Compagnia portuale di Monfalcone è stata ceduta dal gruppo T.O. Delta al fondo per la logistica F2i - Fondi italiani per le infrastrutture, con l'obiettivo di consolidare sempre di più la propria posizione nel settore dei container.

Il mese di luglio segna per TMT un passo importante nel settore project cargo: dopo lo sbarco di due colli da 95 tonnellate ciascuno da una nave portacontainer di CMA-CGM, sono stati imbarcati sulla medesima quattro motori dal peso di 160 tonnellate l’uno; in contemporanea sono proseguite le operazioni di imbarco e sbarco dei container.

Un nuovo servizio intra-MED amplia l’offerta messa a disposizione dal porto di Trieste attraverso le compagnie di navigazione che scalano a TMT.

Risultati in chiaroscuro per TMT relativamente ai volumi movimentati nel primo semestre dell’anno rispetto allo stesso periodo del 2020: i contenitori pieni movimentati raggiungono il +15% mentre i vuoti segnano un -39%, per un totale di 315.381 teus movimentati, complessivamente il -7.5% rispetto al 2020.

L'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale Porti di Trieste e Monfalcone prosegue nel processo di potenziamento delle infrastrutture a servizio della ferrovia del porto di Trieste.

Per andare incontro ad un mercato con un trend in crescita che ha fatto registrare un picco nel primo trimestre 2021 e che si prevede crescere ancora nel corso dei prossimi mesi, Trieste Marine Terminal aumenta la sua capacità di stoccaggio di container reefer a piazzale, mettendo a disposizione ad oggi 405 prese elettriche.